Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

07 ott 2014

infezioneChe cos’è l’ infezione di una ferita?

L’infezione è il risultato delle interazioni dinamiche fra un ospite, un potenziale agente patogeno e l’ambiente. Essa si verifica quando il microrganismo riesce ad evadere con successo le strategie di difesa dell’ospite, provocando delle alterazioni nocive nell’ ospite stesso. Lo sviluppo di un’infezione è preceduto da una serie di interazioni complesse, ancora non del tutto conosciute.

Cosa aumenta il rischio di infezione delle ferite?

Tutto ciò che diminuisce la capacità del corpo di guarire le ferite ( il sistema immunitario) può mettere a rischio di  infezione della ferita. Ciò include una delle seguenti:

  • Malattie come il diabete, il cancro (annesso a terapie chemio/radio), malattie del fegato, rene, cuore o polmone;
  • L’ età: anziani o neonati
  • Squilibri dietetici che provocano emaciamento o obesità
  • Stress, abuso di alcool o droghe, fumo, mancanza di esercizio fisico e mancanza di sonno
  • Corpi estranei come il vetro o il metallo, se rimangono all’ interno della ferita;
  • Povero afflusso di sangue. Il flusso di sangue può essere diminuita da alta pressione sanguigna (quindi insufficienza venosa dovuta a disfunzione valvolare), o ridotto apporto di sangue (quindi insufficienza arteriosa).wound infection

Quali sono i segni e sintomi di un’ infezione di ferita?

  • Febbre
  • Calore, rossore, dolore, gonfiore
  • Presenza di sangue o pus
  • Cattivo odore
  • Vertigini o un battito cardiaco accelerato

Come viene diagnosticata un’ infezione di ferita?

Attraverso un’ anamnesi della storia medica e attraverso esami microbiologici (tampone o biopsia), ematici (indici di flogosi) o di imaging (TC, X-Ray, RM, Teletermografia), rilevanti anche complicanze come l’ osteomielite.

Come viene trattata un’ infezione di ferita?

Il trattamento dipenderà da quanto grave è la ferita, la sua posizione, e se altre aree sono colpite. Essa può anche dipendere dallo stato di salute e la cronologia della presenza della ferita. Potrebbe essere necessario:

  • Pulire la ferita con acqua e sapone per lavare via i germi e diminuire il rischio di infezione;
  • Usare soluzioni antisettiche che uccidono i germi;
  • Rimuovere il tessuto necrotico con debridement chirurgico/meccanico/ultrasuoni;
  • Applicare medicazioni assorbenti, drenanti e cambiare frequentemente: una ferita infetta produce molto essudato;
  • Antibiotici aiutano a combattere o prevenire un’infezione causata da batteri;
  • FANS aiutano a diminuire gonfiore e dolore o febbre. Questo farmaco è disponibile con o senza la prescrizione di un medico. I FANS possono causare problemi di sanguinamento dello stomaco o renali in certe persone, quindi bisogna chiedere sempre il parere di un medico.

Quando devo rivolgermi a uno specialista per avere cure immediate?

  • Se l’interno della ferita è scuro o rosso vivo (biofilm);
  • Se si ha più dolore, rossore o gonfiore del solito;
  • Presenza di liquidi o un cattivo odore proveniente dalla ferita;
  • Il sangue fuoriesce attraverso le bende;
  • Si sviluppano vesciche, o la pelle inizia a screpolarsi o cambiare colore.

Le suddette informazioni sono soltanto un sussidio educativo. Parlate con il vostro medico, infermiere vulnologo di fiducia per trovare il regime più sicuro e più efficace.

Rispondi

  • (will not be published)