Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

30 gen 2015

calze elastiche

Percentuale di compressione graduata

Dopo la guarigione dell’ulcera venosa è sempre bene incoraggiare i pazienti ad utilizzare le calze elastiche terapeutiche (gambaletto, monocollant o collant) per prevenire ricadute. Il sistema di Compressione Graduata SurePress Comfort e Tubipress fornisce una compressione riproducibile, di facile applicazione e può essere utilizzato anche in presenza di ulcere. 

Le classi di compressione terapeutica sono varie e possono essere distinte in: I, II, III e IV classe. Per ciascuna di esse esistono indicazioni cliniche particolari, vediamole insieme.

I classe – Linfedema stadio I, varici safeniche non complicate, sindrome post-trombotica lieve, edema molle discontinuo, varicosi lieve in gravidanza ecc.

II classe – Linfedema lieve, varici safeniche complicate, trombosi venosa profonda o superficiale, ulcera flebopatica in atto o cicatrizzata, edema improntabile e scarsamente riducibile dal decubito supino notturno, varicosi medio-grave in gravidanza ecc.

III classe – Linfedema grave, grave trombosi venosa profonda post acuta, ulcere recidivanti ecc.

IV classe – Linfedema grave in fase elefantiasica ecc.

La calza elastica terapeutica sempre deve essere prescritta dopo aver rilevate le misure con arto in scarico. Le misure da rilevare sono:

  • circonferenza della caviglia al malleolo
  • circonferenza del punto più stretto di sotto il ginocchio (gambaletto)
  • lunghezza della gamba dal tallone al cavo popliteo (gambaletto)
  • circonferenza della coscia (monocollant)
  • lunghezza della gamba dal tallone alla coscia (monocollant)
  • circonferenza dei fianchi (collant)
  • lunghezza della gamba dal tallone alla vita (collant).

La calze sono disponibili in commercio con o senza punta e la loro efficacia terapeutica dura in genere sei mesi. Vanno lavate a mano a circa 40 gradi con sapone di Marsiglia e asciugate all’ombra, lontano da fonti di calore. 

Come si indossa e si toglie la calza elastica terapeutica

Per indossare la calza bisogno rivoltarla infilando la mano e afferrando, tra pollice e indice, il tallone. A questo punto va fatto indossare al paziente il puntale setificato e la calza va accompagnata lungo la gamba senza tirare. E’ sempre consigliato togliere la calza elastica alla sera prima di coricarsi e indossarla di nuovo al mattino prima di alzarsi da letto.

Per togliere la calza bisogna abbassarla fino alla caviglia e sfilarla delicatamente. In commercio esistono anche inseritori per calze elastiche in tessuto o in metallo, utili soprattutto per le persone anziane.

Rispondi

  • (will not be published)