Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

16 set 2015

piede diabetico

 

Buongiorno, è la quinta lesione bollosa che mi affligge agli arti inf.. Le altre sono guarite, dopo mesi di medicazioni, con betadine e unguento ai Peg. Questa invece da più di tre mesi non migliora, sto usando (seguito da Dermatologo) rifocin da 20 giorni, prima per altri 20 giorni aureomicina, prima ancora beben clorossina sempre 20 giorni. Mi hanno visto altri Dermatologi ma senza trovare una cura mirata. Sono diabetico (tipo 2) con onicopsoriasi e A.P. unica altra terapia al momento: glicorest.

Mi sapete consigliare come medicare questa lesione, come da foto sopra linkata?

Grazie

Una risposta a “Lesione bollosa similpemfigoide”

  1. Klarida Hoxha on

    Buongiorno, grazie per averci contattato.
    Mi dispiace che non abbia ancora trovato una cura per la sua lesione. L’ insorgenza delle vesciche può essere causa di diversi problemi. Innanzitutto non è da sottovalutare il diabete e che questo possa essere la causa principale quindi bisogna capire se la glicemia rientra nei valori normali. Se è in scompenso, bisognerebbe contattare il centro antidiabetico che la segue per effettuare una valutazione e di conseguenza una terapia adeguata.
    Sarebbe opportuno un ecocolordoppler artero-venoso per constatare la circolazione ed escludere eventuali stenosi delle arterie, anche questo causa del diabete.
    Altra cosa importante è l’ utilizzo di scarpa idonea che le scarica la parte del tallone in modo da evitare sfregature e insorgenza di lesioni da pressione, che quando insorgono come vesciche hanno un aspetto di bolla intraepidermica similpemfigoide, e vengono causate da attrito e frizione.
    Spero di esserle stata utile,
    un caro saluto, Klarida

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)