Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

21 set 2015

Buongiorno, sono un’infermiera professionale e da qualche tampo sto eseguendo delle medicazioni su una pz. di 90 anni in buone condizioni generalui di salute, che si è lesionata in modo superficiale ma esteso l’avambraccio, con la maniglia del forno a gas. non è stato possibile suturare a causa dell’estrema fragilità dei tessuti. Dopo alcune medicazioni con connettivina si è formato lo slough su tutta la lesione, ho quindi utilizzato l’idrogel per scioglierlo e successivamente ho iniziato ad utilizzare placche di idrocolloidi, otetnendo ottimi risultati. Ora la ferita è quasi completamente guarita, ma la piccola zona ancora aperta mi sembra stia iniziando ad essere ipergranuleggiante. Come posso proseguire in modo efficace con le medicazioni? Ringraziando, porgo cordiali saluti.

Paola Milani

3 risposte a “Lesione con tessuto ipergranuleggiante”

  1. Nicola Fusetti on

    Grazie per averci contattato.
    L’ipergranulazione del tessuto è causa di non guarigione della ferita. I margini della ferita, in presenza di tessuto di granulazione eccessivo e tale da risultare più alto rispetto ai bordi, non sono in grado di avanzare nella guarigione. A tal proposito va rimosso il tessuto di granulazione di troppo fino a che l’area centrale della ferita diventi allo stesso livello dei bordi. Per far ciò potrebbe usare una curette. Rimosso il tessuto di ipergranulazione potrebbe usare una medicazione antibatterica con bendaggio alla cumarina che ha azione antiedemigena e con grado di compressione adeguato rispetto una valutazione strumentale quale un ecodoppler venoso e arterioso.
    Nel ringraziarla per averci dato fiducia rimaniamo a disposizione per altri eventuali chiarimenti.
    Nicola

    Rispondi
  2. Filippo on

    Buongiorno dott. Fusetti
    Ho letto della sua risposta alla signora Milani e vorrei contattarla per sottoporlo il caso di mio figlio Mattia di 7 anni con una ferita nalla zona temporale destra che curo da due anni… a seguito di intervento chirurgico. Se mi da un suo riferimento o quello di una persona di sua fiducia vorrei sottoporlo questo caso difronte al quale già molti chirurghi plastici si sono arresi dal Gemelli di Roma, al Bambino Gesù, al Meyer, IDI… grazie. Filippo Luly

    Rispondi
    • Klarida Hoxha on

      Gentile Filippo ci può contattare alla seguente mail: espertidivulnologia@gmail.com
      Ci descriva il caso e se le è possibile allegarci anche qualche foto. In tal caso possiamo contattarla personalmente per poterla aiutare nel migliore dei modi possibile.
      Grazie della sua fiducia
      Klarida Hoxha

      Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)