Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

29 gen 2016

Salve. Mia madre in seguito e un banalissimo trauma casalingo soffre da quasi 4 mesi ormai, a causa di due ferite che non rispondono alle terapie!Non so più  cosa fare! Lei non soffre di diabete e dall’ecodoppler la sua circolazione non risulta compromessa! Rimane il fatto che malgrado tutti i tentativi , dopo aver consultato sia il dermatologo, sia il chirurgo vascolare , la situazione se possibile è anche peggiorata! Cosa devo fare? Sono preoccupato e vi chiedo lumi su come procedere. Sono disposto a portarla a Ravenna ed a intraprendere il percorso terapeutico che riterrete utile pe ed rimediare al problema. Aspetto indicazioni …saluto e ringrazio anticipatamente.

Una risposta a “Soluzione di ferite che tardano a guarire”

  1. Serena Giannini on

    Buongiorno carissimo,
    immagino la preoccupazione per la mamma e lo scoraggiamento soprattutto dopo aver consultato vari specialisti purtroppo senza essere riusciti ad arrivare alla soluzione.
    Noto che ha già eseguito vari esami diagnostici e insieme alle consulenze effettuate possiamo certamente inquadrare meglio la situazione e completarla con indagini e domande mirate per conoscere ancora più nel dettaglio il caso e poter creare il corretto percorso terapeutico personalizzato.
    E’ necessario completare il quadro e osservare dal vivo la ferita, abbiamo bisogno di vedere lo stato della pelle anche intorno alla lesione e come si presenta la gamba di sua madre.
    Questo ci consentirà di valutare non solo il percorso terapeutico adeguato ma anche la corretta medicazione supportata dal bendaggio terapeutico-funzionale.
    Se desidera portare la mamma a Ravenna La invito caldamente a contattare il numero 0544500512 o mandando una mail a segreteria@iperbaricoravenna.it per fissare un appuntamento presso il Centro Cura Ferite Difficili. Saremo lieti di valutare con un team multiprofessionale la situazione di sua madre e decidere insieme il percorso più indicato.
    La aspettiamo, a presto
    Serena

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)