Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

24 feb 2016

Buongiorno dottore mi chiamo Cira Mancuso di anni di anni 46 3 anni fa mi è comparsa nella gamba destra a 10 cm dal tallone un ‘ulcera con crosta che con il passare del tempo la situazione è peggiorata in quanto la ferita è entrata in profondità circa 1 cm , ricoverata presso l’ospedale Maggiore di Trieste mi è stata diagnosticata “Pioderma Gangrenosa” dopo aver effettuato tutte le analisi del caso anche con la biopsia della ferita, mi è stata prescritta della cura con cortisone e varie pomate per alleviare l’infezione , è passato del tempo ma il risultato sperato non si è visto chiedo a Voi gentilmente cosa fare e a chi rivolgermi per sapere se esiste una guarigione al mio caso.in attesa di una risposta .distinti saluti

 

Una risposta a “Pioderma gangrenoso, un parere”

  1. Klarida Hoxha on

    Gentile Cira, grazie per la sua richiesta. Ci dispiace di questa situazione anche perché le ulcere di questo tipo sono molto dolorose.
    Come tutte le ulcere anche il pioderma gangrenoso è un sintomo di malattia e non una malattia, per questo motivo si rende necessario, prima di qualsiasi trattamento della stessa ulcera, individuare la causa principale che l’ha scatenata. E’ importante capire le caratteristiche del tipo di pioderma gangrenoso dal punto di vista clinico per potere arrivare ad una diagnosi. Spesso nascondono malattie sistemiche come malattie infiammatorie dell’intestino, artriti, stati di immunodeficienza, malattie del sangue e tante altre affezioni di diverso tipo. E’ fondamentale effettuare indagini mirate per scoprirne l’ etiologia e non focalizzarsi solo sulla lesione e il tipo di medicazione. Sono molto frequenti anche gli episodi infettivi quindi sarebbe opportuno accertarsi che sia stato eliminato qualsiasi tipo di germe che si presenta sulla lesione attraverso coperture antibiotiche mirate. Le pomate topiche per l’ infezione non sono la terapia giusta per combatterla in quanto non agiscono a livello sistemico. Inoltre possono causare antibiotico-resistenza dei batteri, e le sensibilizzazioni indotte topicamente possono indurre reazioni alla somministrazione sistemica dello stesso antibiotico. Per questi motivi vi è un comune accordo nel non usare antibiotici topici nel trattamento delle ulcere.
    Se desidera altre informazioni ci può contattare anche via mail all’ indirizzo: espertidivulnologia@gmail.com

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)