Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

10 nov 2016

Buonasera, sono una Infermiera e lavoro presso il reparto di Ortopedia dell’ospedale civile di Civitavecchia.

Mi trovo spesso di fronte alla comparsa di vesciche correlate alle fratture scomposte di tibia e perone in trazione trans-scheletrica.

Tali vesciche, difficili da trattare, soprattutto per la mancanza di protocolli,

possono infettarsi e rallentano il processo di guarigione impedendo la seduta operatoria.

Esiste un metodo per guarirle?

Qui l’unico tentativo di cura è l’uso di eosina! Io sono contraria ed ho provato a medicare con spray locali (versus) ma il mio procedimento non è condiviso e non riesco a capire se vi è beneficio. potete consigliarmi ? Grazie

 

Una risposta a “Vesciche post traumatiche”

  1. Fabio Beghin on

    Gentile collega le vesciche che lei trova sono delle flittene provocate dallo stiramento o dal decubito sui tessuti. Il consiglio che posso dare è quello innanzitutto di dotarsi di un protocollo condiviso e validato per uniformare il trattamento e prestare attenzione alla prevenzione dei decubiti.
    Per quanto riguarda la medicazione: Se la flittene NON è a rischio di rottura, applicare a seconda delle dimensioni e del materiale disponibile:
    – schiuma di poliuretano sottile con interfaccia in silicone, da lasciare in sede 6/7 giorni;
    oppure
    – idrocolloide, da lasciare in sede 6/7 giorni;
    oppure
    – garza non aderente, coperta con garza in cotone e fissata con cerotto, da lasciare in sede 2/3 giorni
    Se la flittene è a rischio di rottura:
    – eseguire antisepsi cutanea, aspirare il liquido con tecnica asettica avendo cura di non rimuovere il tetto della flittene e medicare come sopra.
    Da evitare eosina perché oltre a colorare la cute rendendo difficoltosa la valutazione della lesione, ha un effetto disidratante con rischio di rendere secca e pruriginosa la cute perilesionale.

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)