Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

11 dic 2017

Buongiorno,

sono un tecnico ortopedico e quindi sono spesso a contatto con pazienti affetti da ulcere, soprattutto le lesioni da decubito.

A seconda della gravità negli anni ho visto che normalmente i medici fisiatri che sono i responsabili delle prescrizioni per questi soggetti, consigliano molto spesso i cuscini ad aria ad interscambio (il più famoso commercialmente è il Roho).

Il mio dubbio è questo: ho un paziente paraplegico T6 con una UDD di 3/4 grado (cito la prescrizione medica) che passa tutto il giorno o quasi seduto sulla carrozzina manuale o su quella elettrica per poter uscire in autonomia. Per la guarigione, oltre agli interventi del personale sanitario, gli è stato prescritto uno di questi cuscini.

So che alcuni medici ritengono il cuscino antidecubito (indipendentemente dalla sua natura) inutile ai fini della guarigione.

Ritenete che possa essere vero? O che esso sia la giusta soluzione o comunque un valido aiuto?

Vi ringrazio enormemente per il vostro aiuto

Sinceramente

Riccardo

Una risposta a “Cuscino a bolle d’aria per le lesioni gravi”

  1. Ivan Santoro on

    Cord.mo Dott.Riccardo,
    secondo le linee guida internazionali un semplice cuscino o quantomeno un ausilio antidecubito è utile per ridurre il punto di appoggio e la pressione continua tra una regione corporea e/o un capo osseeo.
    Per la mia esperienza con pazienti tetraplegici/ paraplegici/con esiti di coma post-anossico, sicuramente far rimanere su un piano rigido il paziente non aiuta la guarigione della lesione, pertanto unito al lavoro in team (corretta alimentazione- cambi posturali- corretta igiene- corretto utilizzo delle medicazioni avanzate etc etc) ritengo utile l’ausilio da lei citato.
    Sperando di esserle stato di aiuto le porgo i miei più cordiali saluti.

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)