Esperti di Vulnologia
Laboratorio di idee ed esperienze

Scrivi allo staff di Esperti di Vulnologia

FAI LA TUA DOMANDA

29 dic 2017

medicareQuanto “vale” il settore delle lesioni cutanee? L’analisi dei dati 2014 del programma assistenziale Medicare (U.S.), pubblicato nel 2017, fornisce dati molto utile con i quali confrontarsi per quanto accade in Europa e in Italia. In sintesi:

  • Quasi il 15% dei beneficiari di Medicare (8,2 milioni) ha avuto almeno un tipo di lesione cutanea. Le più frequenti sono state le infezioni di sito chirurgico (4% cioè 328mila casi) e il piede diabetico (3,4% cioè 279mila casi).
  • Medicare ha stimato un costo compreso tra 23,6 e 81,4 miliardi di euro (28,1- 96,8 billion USD). I costi maggiori sono stati per le ferite chirurgiche ($ 11,7, $ 13,1 e $ 38,3 miliardi), seguito dal piede diabetico ($ 6,2, $ 6,9 e $ 18,7 miliardi). Nota: i tre valori fanno riferimento ai tre metodi utilizzati per la valutazione dei dati economici. 1) low-range estimate: solo prestazioni pagate direttamente da Medicare per lesioni cutanee come diagnosi principale (escluse le deduzioni fiscali o le co-assicurazioni). 2) midrange estimate: come sopra con l’inclusione delle lesioni cutanee come diagnosi secondaria per alcune specifiche condizioni. 3) upper bound estimate: qualsiasi costo per lesioni cutanee sia come diagnosi primaria che secondaria. E’ da considerare come un iceberg: è preferibile utilizzare il primo dato che rappresenta la cima (dato certo) purché si sia consapevoli che c’è una base sommersa (dato numero 3).
  • Considerando I singoli casi clinici, il costo maggiore per Medicare è stato per i pazienti affetti da ulcera arteriosa, seguiti da quelli con lesione da pressione.
  • Setting di cura: il costo maggiore è stato per pazienti ambulatoriali dopo dimissione da ospedale ($ 9,9- $ 35,8 miliardi), seguiti da degenti ospedalieri ($ 5,0-$ 24,3 miliardi).

Nel tempo, i costi per Medicare relativi alla cura delle lesioni cutanee stanno progressivamente aumentando, specialmente per pazienti ambulatoriali. Visto che si prevede un ulteriore aumento della domanda, la comunità scientifica ritiene utile programmare azioni correttive per migliorare sia la qualità delle prestazioni che le procedure di rimborso in modo da utilizzare in maniera più intelligente (razionale) le risorse.

Bibliografia

An Economic Evaluation of the Impact, Cost, and Medicare Policy Implications of Chronic Nonhealing Wounds

Samuel R. Nussbaum, MD , Marissa J. Carter, PhD, MA , Caroline E. Fife, MD , Joan DaVanzo, PhD, MSW , Randall Haught , Marcia Nusgart, RPh, Donna Cartwright, MPA

Nussbaum_Medicare_2014_analisi_economica_Value_In_Health_2017

Rispondi

  • (will not be published)